Scuola e nuova didattica

Oggi le scuole italiane sono in difficoltà nell’attuare percorsi educativi che siano vicini agli studenti e che risultino realmente fruibili. Nella maggioranza dei casi il problema non è tecnologico, ma metodologico. Perché insegnare a distanza non è la stessa cosa che insegnare in presenza. Sembra ovvio, ma pochi ne tengono conto adeguatamente: i ragazzi si stancano facilmente, perdono l’attenzione, si distraggono, seguono percorsi mentali che, a causa dei continui stimoli ricevuti, li portano a fare più cose contemporaneamente.

Di questi fattori raramente i docenti tengono conto, e quando se ne rendono conto faticano ad attivare dinamiche realmente interattive. Quando ci riescono lavorano isolati, abbandonati a loro stessi. La modalità del webinar frontale non favorisce l’apprendimento, perché permette agli alunni di assentarsi e di fare altro, rendendoli fruitori passivi della lezione e riducendo la motivazione. Altrettanto devastante risulta per gli insegnanti, che perdono progressivamente il contatto con i propri studenti, la possibilità di intercettare i loro feedback e di stringere relazioni umane e formative con essi.

GruppoProspecta vuole aiutare concretamente gli insegnanti con percorsi didattici interattivi a distanza che li supportino nell’erogazione di modalità di insegnamento attive, concrete, vicine ai ragazzi.


Il corso sulla Didattica Digitale Integrata.

Programma DAD.pdf